Giulia Aglieri

Giulia Aglieri
Designer, Milano

Laureata in Interior Design al Politecnico di Milano, sto sviluppando le mie competenze come designer d’interni e grafica.
Nel corso dell’ultimo anno mi sono immersa in progetti diversi, vicini al mondo delle start up, acquisendo una visione nuova di quello che può essere il ruolo del designer oggi.
ThinkTile mi è sembrata subito un’ottima opportunità per tornare pienamente nel mondo del progetto e conoscere un materiale specifico in un settore altrettanto interessante. La curiosità e la voglia di imparare mi aiutano sempre nei nuovi progetti, e l’idea di poter comprendere il processo produttivo e la lavorazione del gres porcellanato è stata un’esperienza formativa che mi ha dato molte nuove idee!
Trovo inoltre stimolante nel nostro lavoro lo scambio continuo di idee, esperienze e competenze che avviene lavorando con professionisti e creativi unici.

Perché hai deciso di partecipare a ThinkTile?

Il format del workshop ThinkTile mi ha incuriosito subito, così ho deciso di partecipare alle selezioni. L’idea di entrare per 7 giorni in una grande azienda come Mirage, imparare a conoscere un materiale così interessante e un processo produttivo che non avevo mai effettivamente visto mi è sembrata una grande opportunità.

Che cos’è per te il Design?

Design è progetto sotto tanti punti di vista dall’estetica alla funzione passando per l’esperienza che il “prodotto” finale lascia in chi ne fa uso. Come se ci immaginassimo la grande parola “design” e la osservassimo da sopra, girandoci intorno, camminando su ogni lettera, giocandoci. Il progetto è un racconto la cui storia continua con chi vivrà effettivamente il risultato finale.

Cosa rappresenta oggi per te la ceramica nella progettazione degli spazi?

Penso che la ceramica oggi sia molto di più di una piastrella decorata o di un oggetto esteticamente perfetto e funzionale, come siamo abituati a immaginarcela grazie anche alla tradizione italiana di decorazione e artigianato. La mia formazione da Interior Designer mi porta sempre a immaginare un ambiente dove potrei vivere io stessa o vedervi svolgere delle attività. Trovo interessante quindi la possibilità di dare forma a “situazioni di vita” e ridefinire gli spazi attraverso un innovativo uso della ceramica, che non sia solo rivestimento o utensile, ma diventi parte integrante e tridimensionale dell’ambiente.

Come valuti l’esperienza del team ThinkTile?

Ho trovato molto interessante che 6 designer provenienti da ambiti diversi, con differenti background (oltre che differenti personalità ovviamente) si concentrassero sullo studio di un unico materiale per un unico progetto. Nonostante le idee proposte siano 3, abbiamo lavorato molto tutti insieme e grazie anche all’aiuto di Mirage abbiamo creato un team da zero vivendo una settimana non convenzionale e piena di spunti creativi. La sfida è stata abbastanza impegnativa, ma proprio per questo stimolante.

Come team, cosa pensi di aver dato a Mirage durante questi 7 giorni di workshop?

Penso che Mirage e le persone con cui abbiamo collaborato abbiano amato la freschezza di noi designer. Abbiamo cercato di apprendere il più possibile da loro, nel poco tempo a disposizione. Spero che le nostre idee siano la base per dei prodotti innovativi e accattivanti e sono sicura che l’esperienza si è rivelata positiva per ognuno di noi.

 

Guarda l’intervista integrale di Giulia

Segui Giulia su:
Twitter @giulia_aglieri

Instagram @giuliaaglieri
LinkedIn Giulia Aglieri
Portfolio

 

Dal 12 al 17 aprile vieni a scoprire i progetti ThinkTile al Fuorisalone 2016


Le altre esperienze